Franco Baresi e Fondazione Milan per Alice for Children

Lo storico capitano del Milan inaugurerà la nuova casa accoglienza
e darà il calcio d’inizio della finale del 1° AC Milan Slums Championship

Sarà festa domani a Nairobi per l’iniziativa di solidarietà “Alice for Children”, realizzata in collaborazione con Twins International. Una delegazione di Fondazione Milan, guidata dal mitico capitano Franco Baresi, sarà nel fine settimana a Nairobi per l’inaugurazione di una nuova casa accoglienza destinata agli orfani della capitale.

La Onlus rossonera sostiene infatti il programma “Alice for Children”, che con Alice Village accoglie e da rifugio a 76 giovani orfani delle baraccopoli keniote, e si è occupata della costruzione di una nuova struttura in grado di ospitare altri 24 bambini che provengono dagli slums della capitale. Diventeranno così 100 gli orfani che potranno crescere lontano dal degrado delle baraccopoli e dall’incubo dell’HIV.

L’impegno di Fondazione Milan continua anche su altri fronti. Proprio la tutela della salute riveste un’importante parte del progetto: verranno infatti garantite le spese medico-sanitarie per 150 bambini di Alice Village e di Alice Homes, l'altro orfanotrofio organizzato da Alice for Children nello slum di Kariobangi. In questo modo la Fondazione rossonera garantirà loro medical screening, un’assicurazione contro le malattie e cure anche per i piccoli affetti dal virus HIV.

I ragazzi delle diverse baraccopoli di Nairobi saranno infine i protagonisti – domenica 3 luglio – delle finali del 1° AC Milan Slums Championship, uno speciale torneo di calcio organizzato da Alice for Children in collaborazione con Fondazione Milan. Speciale perché a sfidarsi nell’impegnativo campionato, iniziato lo scorso 19 marzo, sono state 12 squadre di bambini dai 10 ai 14 anni delle baraccopoli di Nairobi – Kibera, Korogocho, Kariobangi, Matare – vere e proprie città nella città, dove regnano povertà, violenza, malattie.

“Ancora una volta Fondazione Milan porta un po’ di serenità in una comunità tormentata da povertà e malattie” – ha dichiarato Franco Baresi, “il numero 6” del Milan che darà il calcio di inizio alle finali del torneo – “L’idea di un torneo organizzato tra gli slum di Nairobi è doppiamente importante sia perché rappresenta un momento di svago sia perché la pratica del calcio può certamente contribuire a combattere il degrado sociale.”

Tutta la comunità di Korogocho sarà coinvolta nell’evento ed invitata ad unirsi al corteo inaugurale che attraverserà le vie del quartiere tra canti e balli, per arrivare al campo da calcio dove il fischio dell’arbitro darà inizio alla finalissima. Le strade e il campo di Korogocho, su cui si disputeranno le gare del torneo, sono state realizzate grazie al contributo dell'Ambasciata Italiana, che ha sempre seguito da vicino la situazione degli slums di Nairobi. Vicinanza che verrà riconfermata con la presenza alla manifestazione del nuovo ambasciatore Paola Imperiale, insediato a Nairobi da pochi mesi.