A Francoforte avanza E.On

Un fine settimana che vede accentuata l’irregolarità nelle Borse mondiali. Mentre a New York è stato superato il disagio provocato dall’impennata dei rendimenti dei titoli di Stato Usa, in Europa i mercati sono apparsi contrastati, con Madrid e Stoccolma che chiudono in positivo, mentre regna ancora l’incertezza nelle piazze asiatiche. A New York in crescita i grandi magazzini, a eccezione dell’abbigliamento sportivo. Nei tecnologici bene i chip, con Texas Instruments che vola al 3,2% e Nat. Semiconductor del 12%. In Europa interesse a Parigi, per i rumors di un possibile merger tra Société Générale e Bnp, quest’ultima cresciuta fino al 4%, per chiudere poi in rialzo del 2,1%. A Francoforte giornata positiva per E.On (più 3%) e Man (più 2,8%).