A Francoforte corre Adidas

L’inizio del secondo trimestre borsistico ha galvanizzato New York, anche se i rialzi (che hanno sfiorato inizialmente l’1% per gli indici maggiori), non sono stati confermati negli scambi finali. Ancora protagonista General Motors, che alla conferma della vendita di Gmac, ha guadagnato fino al 3,7%. Richiesta anche Lucent (più 1,6%) alla conferma del merger con la francese Alcatel, che a Parigi guadagna quasi il 5%. Sulle piazze europee balzo dei titoli minerari, dopo le quotazioni record raggiunte da ferro, rame ed oro. A Londra Bhp sale del 6,4%, Rio Tinto del 4,5%, Xsrata del 4%, mentre Anglo american e Kazakhmys di oltre il 3%. Positivo anche il settore auto, con Peugeot, DaimlerChrysler e Bmw in crescita tra l’1 e il 2%, mentre a Francoforte migliorano Adidas (più 3%) e Continental (più 2,1%) all’annuncio dell’acquisto, per un miliardo di dollari, della divisione operazioni elettroniche automotive di Motorola. In calo Deutsche Boerse (meno 2,1%).