Francoforte e Parigi su tutte

Chiuse le piazze di Tokio, New York, Londra e Zurigo, l’attività borsistica si è concentrata in Europa, ed è stata contrassegnata dagli sviluppi della crisi energetica, conseguente al blocco nei rifornimenti di gas naturale dalla Russia. Protagoniste assolute Francoforte e Parigi. Sulla piazza tedesca corre il colosso turistico Tui (più 3,5%), ma scambi intensi anche per Adidas (più 1,9%) dopo che il presidente Herber Hainer stima di raggiungere nel nuovo anno un fatturato di un miliardo. E.On, il primo importatore di gas della Germania, ha chiuso in positivo dopo le assicurazioni che non vi saranno ostacoli nel rifornimento di gas russo. In Francia ed in Olanda si rafforzano le compagnie petrolifere, per effetto dei nuovi rialzi del greggio, con Total che a Parigi cresce del 0,6%, mentre Royal Dutch Shell guadagna lo 0,8%. A Madrid vola Metrovacesa (più 8,4%), dopo gli acquisti sul mercato effettuati dalla società.