A Francoforte in luce Infineon

Chiusura debole per le Borse europee sulla scia dell’andamento negativo di New York. I forti acquisti sui titoli auto (EuroStoxx +1,4%) sono stati frenati dalle vendite che hanno colpito il settore minerario (-0,8%). A Francoforte in luce Infineon (+2,7%), sull’upgrade di Lehman Brothers a «overweight» e del target price a 12 euro, e Thyssenkrupp (+2,4%) dopo che sia Morgan Stanley sia Citigroup hanno alzato il prezzo obiettivo sul titolo. Su anche Volkswagen (+1,6%) e male Basf (-1,3%). A Parigi sugli scudi Renault (+7,1%) grazie a una trimestrale superiore alle attese, con un giro d’affari cresciuto del 5,8%. In luce, poi, TF1 (+2,5%) sostenuto da un fatturato del primo trimestre migliore delle aspettative, in crescita del 4,5%. A Londra in rosso i minerari, con Xstrata (-1,6%) e AngloAmerican (-1,5%), mentre a Madrid, Abertis ha chiuso in calo del 2% a 20,87 euro. Il titolo Volvo, a Stoccolma, ha guadagnato il 4,3 per cento.