A Francoforte si salva Adidas

Le notizie dall’Iran hanno fatto volgere in terreno negativo le quotazioni a New York, con punte fino all’1% per il Nasdaq. Tra le notizie societarie, Alcoa cresce di oltre il 6%, all’annuncio di utili in crescita nei primi tre mesi del 2006. Tonfo del 18% per Bausch per la sospensione di una produzione di lenti a contatto. Tra le variazioni positive crescono sul finale le Piper Jaffray di oltre il 10%, dopo che Ubs ha rilevato la divisione brokeraggio per 575 milioni di dollari. Migliore Plug Power in rialzo di circa il 20%, per l’impiego di capitali russi nella tecnologia per lo sviluppo di motori a cellule di carburante. Perdite consistenti in Europa, con l’indice Dax di Francoforte che arretra dell’1,6% per un calo di alcune blue chip, come Commerzbank (meno 3,3%), Lufthansa (meno 3,2%) ed Henkel (meno 3,2%); in controtendenza Adidas (più 1,7%). Ad Helsinki sprint di Nokia (più 3,9%) per le indicazioni positive del primo trimestre 2006.