Francois Nars, Dior e Gucci Biografie sotto l'albero

Tre viaggi nella creatività, nell'arte e nella cultura, quelle di Francois Nars, di Dior e di Gucci. La biografia del fotografo e truccatore francese, edita da Rizzoli International (it.narscosmetics.eu), illustra i suoi esordi provocatori nei backstage delle sfilate newyorkesi e ne mostra la vibrante creatività con cui ha plasmato la scena beauty mondiale. Oggi Francois continua la sua avventura scattando le campagne pubblicitarie per Nars Cosmetics e servizi editoriali per le più prestigiose riviste di moda. «Che stia fotografando o realizzando un makeup, il mio obiettivo è far apparire belle le persone, portando in superficie il loro mondo interiore - ha spiegato il truccatore -. La bellezza, infatti, si nasconde nelle nostre personalità». «Dior, The Art of Color», invece, celebra le opere d'arte «umane» realizzate negli anni dai makeup artist Serge Lutens, Tyen e Peter Philips, attuale direttore creativo del makeup della maison. E proprio davanti alla macchina fotografica di Richard Burbridge, Philips ha dipinto mosaici poetici, esplosioni di sfumature e forme, su visi di modelle diventante simbolo di un'arte vivente. Come quella di Gucci, che ha passeggiato nei chiostri dell'Abbazia di Westminster lo scorso giugno a Londra per presentare la collezione Cruise 2017. Oggi il libro «Blind For Love», che riporta sulla copertina un ritratto della Regina Elisabetta I, raccoglie le immagini catturate dall'obiettivo di Nick Waplington, istanti spontanei e senza filtro che hanno preceduto e seguito l'evento. Pubblicato da Assouline (Assouline.com), «Blind For Love» è distribuito in una serie limitata di 1000 copie.

MTiz