Frantoi aperti, la festa dell’olio

È partita ieri e andrà avanti fino a martedì 8 «Frantoi Aperti», una manifestazione organizzata dalla regione Lazio e dall’Arsial per promuovere la conoscenza degli olî extravergine della nostra regione e incentivare la filiera corta e l’acquisto di prodotti a «chilometri zero». Senza rinunicrae alla qualità: il Lazio infatti, con le sue tre dop (Canino, Tuscia e Sabina) oiù due in fase di riconoscimento (Colline Pontine e Terre Tiburtine) è tra le regioni italiane d’eccellenza nella produzione dell’«oro verde» A rappresentare la ricchezza e l’assortimento di questo patrimonio, «Frantoi Aperti» propone una ottantina di aziende e strutture di trasformazione di tutte e cinque le province che nel lungo ponte dell’Immacolata aprono le loro porte, garantendo la visita agli impianti e le degustazioni dell’olio novello 2009. Un prodotto che si presenta quest’anno di ottima qualità, a fronte di una campagna olivicola che ha registrato forti contrazioni nelle quantità ottenute. Il programma e la lista completa dei frantoi sono consultabili sul sito www.arsial.it.