La Franzoni: ogni accusa è una coltellata

Il giorno dopo la condanna a 16 anni di carcere inflitta dalla Corte d’Assise d’Appello di Torino, Anna Maria Franzoni non smette di proclamare la sua innocenza, a ripetere che non è stata lei ad uccidere il figlio Samuele. «Per me le accuse sono ogni volta come una coltellata» ha fatto sapere attraverso le persone che sono in contatto con lei. «Non sono fredda - ha aggiunto - come tutti pensano. La gente non si rende conto di cosa ho vissuto in questi 5 anni, e di cosa sto continuando a vivere. Provate voi: è insopportabile». Intanto i vicini di Cogne hanno deciso di raccontare la loro verità.