La Franzoni piange: «Poca obiettività»

La perizia psichiatrica su Anna Maria Franzoni, accusata dell’omicidio del figlio Samuele, si farà. È quanto deciso in serata dai giudici della Corte di Torino, respingendo la richiesta di revoca avanzata dall'avvocato difensore Carlo Taormina. La Franzoni ha di nuovo pianto mentre venivano proiettate su uno schermo le fotografie della scena del delitto e, durante una pausa del processo, ha detto: «Chiedo solo correttezza. Vorrei obiettività, e mi sembra che finora ce ne sia stata poca».