«Frascati, quel piano è un brutale scempio»

«Il piano di edilizia residenziale pubblica in località via di Grotte Maria-via di Salè a Frascati rappresenta uno scempio urbanistico che la Regione Lazio deve impedire». Lo dichiara il vicepresidente del consiglio regionale Bruno Prestagiovanni (An). «L’impatto ambientale di questo piano - sottolinea Prestagiovanni - costituisce un brutale quanto disastroso e inaudito fenomeno di urbanizzazione intensiva, tale da devastare l’intero paesaggio locale che possiede una valenza ambientale particolarmente significativa poiché l’area verde era caratterizzata dalla presenza di oltre 1100 piante di ulivo ultrasecolari». «A oggi - aggiunge Prestagiovanni - non ho ancora ricevuto alcuna risposta a ben due mie precedenti interrogazioni, e sembrerebbe che nel frattempo il ministero dei Beni Culturali abbia sospeso il nulla osta ambientale che era stato precedentemente rilasciato dalla Regione Lazio. Come è stato possibile dare corso al piano di urbanizzazione senza prima espletare un’opportuna procedura di verifica d’impatto ambientale?».