Frate sventa una rapina

Il religioso mette in fuga gli aggressori

Porgere l’altra guancia va anche bene, ma quando si tratta di difendere la casa del Signore anche i frati impugnano lo scudiscio. Senza arrivare a tanto, un religioso minacciato da due giovani extracomunitari che tenevano in mano un paio di forbici, ha sventato una rapina in chiesa chiedendo aiuto ai fedeli, che hanno messo in fuga i malviventi. È accaduto domenica pomeriggio, nella chiesa dell'Eremo di Sant’Alberto, sulle alture di Multedo.
Il frate, di 52 anni, mentre è in sacrestia sente dei rumori provenire dalla chiesa. Senza paura il religioso va a controllare, e si trova davanti due giovani, cha ha poi descritto come due extracomunitari dell'est, che gli chiedono di cambiare un banconota in monete per poter fare l’elemosina.
Senza aspettare però la risposta, uno dei due rapinatori tira fuori da una tasca un paio di forbici e tenta di ferire il frate. Ma il religioso non si perde d’animo e reagisce all’aggressione gridando aiuto.
Per sua fortuna non è solo in chiesa. I fedeli, in visita all’Eremo, alle urla del frate entrano in chiesa e mettono in fuga i due rapinatori. I malviventi riescono però a scappare a bordo di uno scooter la cui targa risulta appartenere ad un altro motoveicolo. Indagini sono in corso da parte della polizia.

Annunci

Altri articoli