«Fratelli d’Italia» non è ancora ufficiale

Ma lo sapevate che l’inno di Mameli, suonato e cantato in ogni circostanza e sede, campi di calcio compresi, non è ancora ufficialmente l’inno nazionale italiano? Insomma, dopo tanti anni di uso, a «Il canto degli italiani», meglio conosciuto appunto come «Inno di Mameli», manca ancora il riconoscimento ufficiale. Non che i nostri parlamentari non se ne siano mai accorti. Gli ultimi a voler chiarire una volta per tutte la posizione di «Fratelli d’Italia...» sono stati i senatori dell’Ulivo Nieddu, Binetti, De Simone, Manzella e Molinari, che in questa legislatura, il 27 giugno scorso, hanno presentato un disegno di legge con un solo articolo, l’articolo 1: «L’inno di Mameli “Fratelli d’Italia” è l’inno ufficiale della Repubblica italiana».
I senatori ulivisti non hanno fatto altro che ripercorrere la strada intrapresa dal senatore Luigi Grillo, nella scorsa legislatura, che nel gennaio 2003 aveva presentato addirittura un disegno di legge costituzionale, con modifica all’articolo12, per ribadire che l’inno scritto da Mameli e musicato da Michele Novaro è l’inno nazionale.
In attesa di decisioni dall’alto, noi continuiamo a cantare «Fratelli d’Italia...».