Fratellini «eroi» fanno arrestare due ladri

Invece di dormire si mettono alla finestra e notano due figuri arrampicarsi nella casa di fronte

Quella scena l’avevano vista tante volte nei cartoni animati di Topolino, ammirando le imprese della Banda Bassotti. Ma l’altra sera due fratellini che abitano in via San Tommaso D’Aquino, a Prati, non avrebbero mai pensato di sventare un furto. Da una marachella a diventare eroi il passo è breve. Erano passate le 23 e avrebbero dovuto dormire, come era stato chiesto loro dalla mamma, invece si sono messi a guardare fuori dalla finestra. Hanno notato due uomini, uno sulle spalle dell’altro, che si arrampicavano sul balcone del primo piano del palazzo di fronte ed entravano in casa da una porta balcone aperta, utilizzando una torcia elettrica. Immediatamente hanno avvertito la madre, che dopo alcuni istanti di incredulità, ha telefonato al 113. Sul posto è giunta immediatamente una volante del commissariato Prati, che ha arrestato Muric Slobodan, nato nella ex Jugoslavia nel 1972 e Sabanovic Mustafa, nato in Croazia nel 1984, responsabili in concorso tra loro di furto aggravato in appartamento. I due immigrati sono stati sorpresi mentre scendevano dall’abitazione e non hanno fatto in tempo a disfarsi della refurtiva. L’anziana proprietaria, invece, stava guardando la televisione e non si è accorta che dalla il porta gioie in camera da letto era stato svuotato. I mini-investigatori hanno poi confermato davanti agli investigatori tutto il racconto e l’anziana ha riconosciuto gli oggetti trovati ai ladruncoli.
L’eroico gesto dei due fratellini è stato ripagato da un invitato in Campidoglio di Gianni Alemanno. Il sindaco, infatti, vuole conoscere i bambini «per congratularsi del loro coraggio e della loro sagacia». Un plauso anche dal presidente dell’Osservatorio Sociale Luigi Camilloni «Sono due piccoli-grandi cittadini modello - ha commentato -. Stelle polari da seguire, soprattutto noi adulti che troppo spesso chiudiamo gli occhi anche quando non dovremmo».