Fratello Fausto, sorella luna

Le sue preghiere? I primi dodici articoli della Costituzione italiana (i principi fondamentali). Suo fratello? Fausto Bertinotti. L’antifascismo? «Per un credente non è un optional». Lui è Don Andrea Gallo, il prete anarchico di Genova, che, compiuti ottant’anni nei giorni scorsi, di assumere toni più stemperati, magari più consoni all’età e all’abito talare, proprio non ne vuol sapere. E, in un’intervista pubblicata sul Venerdì di Repubblica in edicola ieri, rivendica con il suo tipico piglio «rivoluzionario» e controcorrente il proprio essere fuori dagli schemi e, è proprio il caso di dirlo, dai canoni. E le canta alla Chiesa, dai salesiani di Don Bosco fino al Papa. Almeno finché non sarà la Chiesa a cantarle e lui.