Fratello del sindaco entra in coma durante la dialisi

da Olbia

Forse è colpa di un guasto alla macchina per la dialisi, anche se le cause non sono ancora state accertate ufficialmente. Fatto sta che Francesco Nizzi, di 50 anni, fratello del sindaco di Olbia, Settimo Nizzi (Fi), ora si trova in coma nel reparto di rianimazione dell'ospedale gallurese probabilmente colpito da un’embolia. L'uomo regolarmente a giorni alterni - come ha riportato ieri il quotidiano L'Unione Sarda - si recava nel Centro dialisi dell'Ospedale San Giovanni di Dio di Olbia per effettuare l'emodialisi: Nizzi infatti soffre di insufficienza renale e nonostante il trapianto di rene effettuato tempo fa deve continuare a sottoporsi alle cure. Questa volta però qualcosa non ha funzionato e il fratello Settimo, medico e sindaco della città, ha poi confermato la gravità delle sue condizioni.
Secondo quanto si è appreso durante le procedure di ossigenazione e travaso del sangue, all'interno dei tubi è stata immessa dell'aria, una sostanza estranea che è stata nociva per il paziente, mandandolo in embolia gassosa. La presenza di aria ha ostruito, bloccandolo, il circolo venoso polmonare e cerebrale e l'uomo è, quindi, entrato in coma. Da martedì Nizzi è ricoverato nel reparto di rianimazione, le sue condizioni sono stazionarie.
Nel frattempo sono state attivare le procedure interne dell'ospedale per accertare come l'incidente sia potuto accadere. Le indagini vogliono accertare se l’errore sia stato causato durante le operazioni o se invece sia frutto di una casualità.