Una fraterna amicizia

Tra i lavori in galleria anche le «Città» e le ultime «Teste»

Dando una scorsa ai primi giudizi stesi dai lettori nei vari siti dedicati alla vendita di libri emerge una netta divisione per quanto concerne Un posto nel mondo (Mondadori), l’ultima fatica letteraria di Fabio Volo, volto noto sia di tv, radio e cinema. Ne riportiamo un paio esemplificativi tratti dal sito di bol.it. È la storia di una amicizia fraterna che neanche la morte riesce a separare; ma anche una riflessione sui valori della vita, sul significato dell’amore, della famiglia, in un’epoca dove sembrano svalutarsi. Chi lo promuove afferma: «L’ho comprato subito dopo aver letto gli altri due; soprattutto il secondo è molto bello e tutti quelli che l’hanno letto sono stati concordi con me. Questo terzo lavoro non sta tradendo le aspettative». Chi è contrario sostiene che «Preciso che a me Fabio Volo piace, è in gamba, sveglio... Ma come definire ciò che scrive? Un posto nel mondo se lo poteva, anzi no, doveva risparmiarcelo». Giudizio decisamente drastico e ingiusto perché, a nostro modesto parere, Fabio Volo è uno dei pochi autori italiani (sì, ci piace considerarlo tale anche se lui si destreggia con uguale abilità come presentatore e come attore) a capire realmente e a descrivere con efficacia il mondo dei trentenni.
I libri più letti a Milano dal 6 al 12 febbraio 2005
1) La pensione Eva (Camilleri) Mondadori; 2) Harry Potter e il Principe Mezzosangue (Rowling) Salani; 3) Deus Caritas Est (Benedetto XVI) Libreria Editrice Vaticana; 4) La ragazza del secolo scorso (Rossanda) Einaudi; 5) Le cronache di Narnia (Lewis) Mondadori; 6) La traccia (Cornwell) Mondadori; 7) Memorie di una geisha (Golden) Longanesi; 8) I segreti di Brokeback Mountain (Proulx) Baldini & Castoldi; 9) I segreti di Roma (Augias) Mondadori; 10) Lettera a un insegnante (Andreoli) Rizzoli.