Frattini, no al turismo fai-da te: «Prima del viaggio, cliccate»

La Farnesina sbarca su Facebook e su Twitter per fornire notizie utili sui Paesi a rischio: guerre, calamità, informazioni sanitarie, riferimenti. E dopo gli allarmi, il ministro invita le ambasciate «alla cautela»

Italiani, evitate il turismo fai-da-te, è «troppo pericoloso», soprattutto in questo momento, dopo le minacce e i pacchi bomba: prima di partire, informatevi con le nuove tecnologie. A lanciare l'allarme è Franco Frattini, che invita «alla cautela» le nostre ambasciate e presenta alla Farnesina l'ultimà novità: lo sbarco su Facebook e su Twitter dell'Unità di Crisi del ministero degli Esteri. L'idea è quella di «offrire un servizio più tempestivo ai turisti italiani in giro per il mondo» per evitare sgradite e rischiose sorprese.
E proprio nell'imminenza delle vacanze natalizie, a tutti coloro che si accingono a partire, Frattini raccomanda di evitare il turismo «spontaneo» nei Paesi a rischio: «Prima di mettersi in viaggio, è bene accertarsi che la destinazione sia sufficientemente garantita». A questo proposito il ministro ricorda i servizi già esistenti: il sito «Viaggiare Sicuri», con le raccomandazioni di cautela e le informazioni sulla sicurezza più di 220 Stati, e quello «Dove Siamo nel Mondo» che consente, se registrati, di essere avvisato in caso di emergenze e situazioni a rischio nel Paese digitato. Da notare che, grazie a un'intesa siglata con l'Inmp (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà) è ora possibile essere informati anche sulle misure di profilassi da seguire nell'imminenza di un viaggio in Paesi particolarmente pericolosi.
Ma tra le sorprese del Natale 2010 ci sono la pagina dell'Unità di Crisi sul circuito Twitter (che aggiornerà in tempo reale i connazionali iscritti) e quella su Facebook (per individuare connazionali all'estero in situazioni di pericolo. E non è finita: la Farnesina ha infatti presentato un'applicazione per Smartphone e Tablet sviluppata in collaborazione con Samsung che consentirà di avere aggiornamenti in tempo reale su rischi, pericoli, problemi di sicurezza e calamità naturali, oltre a dare schede informative su quasi duecento Stati nel mondo (formalità d'ingresso, regole per la permanenza, sedi diplomatiche, rappresentanze per l'Italia, informazioni sanitarie e persino viabilità). L'applicazione è disponibile fin da ora, oltre che Samsung Apps, anche su Android Market; e da gennaio su tutte le altre piattaforme.