Il freddo «congela» anche i treni

Cinque gradi sotto zero in piazza Duomo, 12 a Malpensa e 11 a Linate. Gli esperti assicurano: «In centro è stata la seconda giornata più fredda dal 1980». Il freddo ha causato danni in molti condominii (sono scoppiati i tubi dove si era fermata l’acqua) e disagi a pendolari e turisti diretti in treno a Milano (a Melzo si è bloccato uno scambio, 30 convogli hanno registrato ritardi fino a due ore). Andrà meglio oggi, quanto a temperature. «È in arrivo una perturbazione, le nuvole eviteranno che l’aria si raffreddi come successo negli ultimi due giorni», dicono gli esperti. Ma potrebbe tornare la neve. E infatti il Comune farà scattare dalle 15 di oggi il preallarme: «Per 48 ore saranno pronti a entrare in azione 330 automezzi e 693 uomini», spiega il vicesindaco Riccardo De Corato.