«Free Genius», il salotto in riva al mare di Fregene

Tanti vip, politici e giornalisti al «Festival delle intelligenze» voluto dal sindaco Canapini

Un salotto politico, culturale e mondano sotto le stelle a due passi dal mare: è quello che offrirà nel mese di luglio - tutti i giorni dalle 21 alle 23 - la pineta di Fregene, rigenerata dalla cura-Canapini. «Free Genius», questo il nome della manifestazione, ovvero il «Festival delle intelligenze», si prepara ad ospitare i maggiori leader politici, della cultura nazionale ed internazionale, della musica, del cinema e dello spettacolo, il tutto a costo zero. Basta non presentarsi in ritardo a quello che - c’è da scommettere - diventerà un appuntamento fisso per chi ama serate impegnate ma al tempo stesso allegre e spensierate: i circa quattrocento posti riservati al pubblico sono infatti a esaurimento. «L’idea di Free Genius - sottolinea Piero Di Lorenzo, presidente della società organizzatrice «Ldm Comunicazione» - nasce dal festival della Versiliana. Fregene ha tutto per trasferire sul litorale romano le atmosfere toscane e allora, insieme al sindaco di Fiumicino, Mario Canapini, abbiamo pensato di allestire nel tempo record di un mese, la kermesse delle intelligenze. Il fatto che personaggi, anche molto autorevoli come i presidenti delle Camere, abbiano subito accettato, testimonia la credibilità dell’iniziativa». Per livellare il terreno della pineta, non arrecando quindi alcun danno all’ambiente, sono serviti ben mille metri quadri di parquet. I trentuno incontri, che avranno per oggetto tematiche politiche, giovanili e di benessere e salute, saranno coordinati da nomi di spicco del giornalismo italiano come il direttore del Tg2 Mauro Mazza, il vicedirettore del Tg1 Fabrizio Ferragni ed il presidente dell’Associazione Stampa Parlamentare Pierluca Terzulli. Numerosi gli «a tu per tu» con leader politici quali Giulio Tremonti, Gianfranco Fini, Pierferdinando Casini, Roberto Calderoli, Franco Marini, Antonio Di Pietro, Clemente Mastella, Fausto Bertinotti, Piero Fassino e Mario Baccini. Ai vari dibattiti interverranno - tra gli altri - Sandro Bondi, Fabrizio Cicchitto, Antonio Tajani, Gianni Alemanno, Altero Matteoli, Ignazio La Russa, Francesco Storace, Cesare Cursi, Alfonso Pecoraro Scanio, Giuseppe Fioroni, Livia Turco, Enrico Boselli. Ma da dove nasce l’idea di una kermesse nella pineta? A Fregene, noto ritrovo estivo di vip, gli incontri culturali si svolgevano fino a oggi nelle ville di residenti e villeggianti. È stato il sindaco Canapini ha voler trasformare questi salotti a numero chiuso in un evento a cielo aperto, cui tutti avranno libero accesso: «Dopo aver migliorato la qualità delle acque ci mancava il rilancio culturale di massa e con Free Genius abbiamo colmato tale lacuna - ha spiegato il primo cittadino -. Abbiamo l’ambizione di far diventare il Festival delle Intelligenze un appuntamento fisso nel corso degli anni».