Frena l’oro, vola il rame

Prima frenata dell’oro che è sceso al mercato londinese a 466,25 pagando il rafforzamento della valuta americana. Sempre sugli scudi il rame, con i prezzi a tre mesi saliti sino a 3.772 dollari per tonnellata, ennesimo massimo storico. La spinta arriva dai fondi speculativi e pensionistici che sulle materie prime stanno puntando circa 80 miliardi di dollari, il doppio dell’intero 2004. Greggio in ribasso a 66,50 centesimi al barile nonostante i timori per l’uragano Rita.