Frena il mercato Italia Fiat migliora la quota

Ottobre negativo per le vendite di veicoli commerciali in Italia. Secondo i dati diffusi ieri da Anfia e Unrae sono stati immatricolati 18.710 furgoni, con un calo del 4,9% rispetto allo stesso mese del 2004. Il consuntivo dei primi 10 mesi dell’anno è pure con il segno negativo: 173.836 unità (meno 2,6%). Per il centro studi Promotor le prospettive restano comunque favorevoli: «La contrazione del mercato a ottobre rappresenta soltanto una battuta di arresto destinata a essere superata già da novembre». Se le vendite di furgoni in ottobre hanno battuto la fiacca, così non è stato per la Fiat: con 7.716 consegne, il settore dei veicoli commerciali è infatti cresciuto, ottenendo il miglior risultato di vendita da giugno, con una quota di penetrazione pari al 41,2 per cento. «Doblò Cargo - si legge in una nota del Lingotto - è sempre su ottimi livelli di vendita, con oltre 1.700 consegne: a questo risultato contribuisce ancora solo in parte il nuovo modello, recentemente nominato “Van of the Year 2006”, e da un paio di settimane presente in tutte le concessionarie Fiat». E sempre in termini di quota mercato, tra gennaio e ottobre la Fiat ha fatto un passo avanti: dal 39,8% del 2004 al 40,8% attuale. Per la casa automobilistica di Torino, intanto, continua il buon momento in Brasile (più 1,7%), anche se è stata raggiunta da Volkswagen in vetta al mercato. Ma nei 10 mesi il comando della classica è sempre italiano.