Frenano i deflussi da obbligazionari e azionari. Tornano in territorio negativo i prodotti di liquidità (meno 861 milioni). Patrimonio in crescita di 2,8 miliardi In aprile raccolta in rosso per 2,56 miliardi

Si chiude con una raccolta netta negativa per 2,56 miliardi il mese di aprile dei fondi di investimento. In generale, segnala una nota di Assogestioni, si riducono i deflussi dai prodotti Obbligazionari e dagli Azionari, mentre torna in territorio negativo la categoria dei Fondi di Liquidità (meno 861 milioni). Riprende a crescere il patrimonio, che con un aumento di 2,8 miliardi si attesta a quota 612,5 miliardi.
Nel dettaglio, i fondi azionari, pur restando in territorio negativo, registrano una raccolta in ripresa e pari a meno 890 milioni (erano meno 3,2 miliardi lo scorso mese). Cresce al contrario il patrimonio, che si porta a quota 157,8 miliardi. Frenano rispetto a marzo anche i deflussi dai prodotti obbligazionari, che tuttavia mostrano ancora una raccolta negativa per oltre 2,6 miliardi. Il patrimonio risente delle scelte dei sottoscrittori e si attesta a 236,3 miliardi. Torna il segno meno per i fondi di liquidità: dopo il risultato positivo di marzo, questi prodotti registrano infatti un deflusso pari a meno 861 milioni, con una conseguente contrazione del patrimonio che si porta a circa 82,6 miliardi. Migliora l’andamento dei Fondi Bilanciati, la cui raccolta passa dai meno 734 milioni di marzo ai -529 di aprile. In lieve diminuzione il patrimonio, che scende poco sotto la soglia dei 40 miliardi.
Prosegue la tendenza positiva dei fondi flessibili, che chiudono il mese con una raccolta pari a oltre 2 miliardi e un patrimonio in netta crescita, che si attesta a quota 64,7 miliardi. Restano infine in territorio positivo anche i fondi hedge, che raccolgono ad aprile 330 milioni e vedono aumentare il proprio patrimonio, che si porta a 31,3 miliardi.