Frequentava l’oratorio: una suora prega per lei

Vivace e solare: se la ricordano così i compagni di gioco di Bhaby Lleva, la piccola che lotta tra la vita e la morte all’ospedale Niguarda di Milano. E chissà che la sua forza non l’aiuti anche in un momento così difficile. Per lei, ieri mattina, sul luogo della mattanza è arrivata anche la sua amica suora. La donna paziente che ogni domenica l’attendeva in oratorio nel quartiere Giardino per farle trascorrere qualche spensierato momento di gioco. E per lei, di fronte all’azienda, ieri sono stati posati fiori chiari: un augurio perché possa riprendere in pieno tutta la sua voglia di vivere.