Frere si rafforza in Suez

Il finanziere belga Albert Frere, già primo azionista di Suez, ha portato la sua partecipazione nel gruppo francese dal 7,2 all'8%. L'obiettivo, secondo gli analisti, è dare un «segnale di appoggio al progetto di fusione con Gaz de France». Secondo un portavoce di Suez, Frere ha acquistato 9,8 milioni di azioni al prezzo di 30,3 euro. Il progetto di fusione ha ancora davanti a sè una serie di ostacoli, come la risposta di Bruxelles che potrebbe imporre una serie di cessioni.