Fresu e il suo Quartetto Nyman agli Arcimboldi

Franco Fayenz

Continua questa sera alle 21, al Teatro degli Arcimboldi, la rassegna Nu-Music a cura della Fondazione «I Pomeriggi Musicali». È di scena al pianoforte solo Michael Nyman, noto soprattutto per la sua fortunata colonna sonora dedicata al film “Lezioni di piano”. Domani sera arriva il percussionista indiano Trilok Gurtu, virtuoso anche di tabla e di canto, il più familiare al pubblico italiano che lo ha ammirato in passato con Oregon, Don Cherry, John McLaughlin e più di recente con Joe Zawinul, Pat Metheny e Gilberto Gil. Sabato 4 marzo conclude la rassegna il compositore e direttore d’orchestra Alvin Curran, fondatore quarant’anni or sono del collettivo «Musica Elettronica Viva». Il suo gruppo attuale si chiama Filharmonia e promette «l’incontro di Giacinto Scelsi con Luc Ferrari da King Kong». Sotto questa insegna può accadere di tutto.
Al Blue Note (via Borsieri 37, ore 21 e 23.30, domenica ore 21) ritorna domani e mercoledì il trombettista Paolo Fresu con il suo nuovo Devil Quartet (il precedente si chiamava Angel Quartet) con Bebo Ferra chitarra, Paolino Dalla Porta contrabbasso e Stefano Bagnoli batteria. Dal 3 al 5 marzo gli subentra il vibrafonista e cantante americano Roy Ayers, pregevole musicista sempre in bilico fra il jazz e la popular music, per cui bisognerà ascoltarlo per sapere che cosa suonerà.
Jazz tradizionale di classe si può ascoltare, come di consueto, al Salotto del Jazz di via Andrea Doria 22 (ore 22). Domani sera suona l’Olympia Ragtime Band; giovedì un quintetto guidato da Giorgio Alberti, “senatore” della tromba jazz, offre un programma di musiche di George Gershwin.
Nella settimana della Salumeria della Musica (via Pasinetti 2 angolo via Ripamonti, ore 22) il jazzofilo può scegliere mercoledì il quartetto Faiella-Negri-Fioravanti-Meyer.