Fresu, Salis e Kocani Orkestar dialogo in note senza frontiere

Fra contagiosi ritmi jazz, tradizione e modernità l’intrigante trio dal vivo

Di fronte alla biografia dell'eclettico trombettista Paolo Fresu c'è di che rimanere a bocca aperta. Oltre 230 album, più di 2500 concerti, un elenco di premi impressionante. Aggiungete l'intensa attività didattica e le collaborazioni con stelle italiane di prima grandezza del jazz come Giorgio Gaslini, Enrico Rava, Stefano Bollani e con alcuni fra i più prestigiosi musicisti europei e americani. Senza contare la musica per il teatro, il balletto e la danza, per la poesia, il cinema e la televisione. Ce n'è abbastanza per fare dell'instancabile 46enne sardo, nato a Berchidda, tra Olbia e Sassari, una figura d'eccezione nel panorama musicale del nostro Paese.
A ben guardare, tutto è iniziato quando Fresu è entrato, undicenne, nella banda musicale cittadina. Dati i trascorsi, perché sorprendersi della sua dichiarazione di amore incondizionato per i macedoni della Kocani Orkestar, una delle più apprezzate e spettacolari fanfare balcaniche? «La prima volta che li ho sentiti è stato un colpo di fulmine. Li amo perchè mi ricordano la banda di quando ero piccolo e mi danno un senso di "gente" che oggi è raro respirare». Nelle parole di Fresu, la cui inesauribile attività è sostenuta da versatilità, curiosità ed energia straripanti, stanno le ragioni del singolare incontro - suo e di un altro grande jazzista sardo, il pianista e fisarmonicista Antonello Salis - con la Kocani Orkestar. Una collaborazione intrigante, tra ritmi contagiosi e inebrianti profumi jazzistici, composizione e improvvisazione, tradizione (tanto rom quanto sarda) e modernità, che rivivrà questa sera per il penultimo appuntamento del Festival di Villa Arconati. L’incontro si è poi trasformato in una bellissima storia di amicizia e di musica senza frontiere. Un felice meltin' pot di suoni e melodie che hanno arricchito gli uni e gli altri regalando, a chi ha potuto ascoltarli dal vivo, un'esperienza inedita.
Paolo Fresu, Kocani Orkestar e Antonello Salis
Festival Villa Arconati, Castellazzo di Bollate
stasera ore 21.30
Ingresso 20/15 euro