Frisullo sale sul pulpito contro i compagni morosi

Mancherebbero 66mila euro dalle casse del Pd leccese e ad infuriarsi è proprio l’ex vicepresidente della giunta Vendola Sandro Frisullo (nella foto), che fu arrestato per associazione per delinquere. Come riporta La Gazzetta del Mezzogiorno ad essere accusati sono i tre consiglieri regionali Sergio Blasi, Loredana Capone e Antonio Maniglio che si sarebbero «dimenticati» di versare i contributi 2011 nei conti della Federazione provinciale. E il più arrabbiato è appunto il democrat Frisullo, finito in carcere per aver fatto vincere all’amico Gianpaolo Tarantini, appalti per 5 milioni di euro alla Asl di Lecce, in cambio di denaro, auto e prostitute. Da che pulpito.