Il Friuli e i 700mila euro alla Rai

Il segnale del digitale terrestre non coprirà la montagna? Ci pensa la Regione Friuli-Venezia Giulia a sborsare 700mila euro correndo in aiuto della tv pubblica. Il Consiglio regionale ha approvato giovedì la proposta di legge urgente per garantire l’arrivo del digitale terrestre nelle zone non coperte. Il momento del passaggio dall’analogico, fra il 3 e 15 dicembre, si stava avvicinando e la Rai ha fatto sapere che sarebbero rimaste scoperte alcune aree di montagna. I 700mila euro serviranno a sostenere l’adeguamento degli impianti di trasmissione. Una manna per la Rai, che però già incassa il canone e potrebbe arrangiarsi da sola. Assieme alla legge sono stati approvati degli ordini del giorno che impegnano la giunta regionale a garantire l’utilizzo degli impianti anche da parte delle televisioni private. Le tv locali sentono puzza di bruciato e temono di restare tagliate fuori a favore del concorrente pubblico. Tele Pordenone ha annunciato che ricorrerà in tutte le sedi possibili per bloccare la legge che aiuta la Rai.