Fronda dei sindaci: niente B di sabato

Torna la protesta dei sindaci. A loro le partite della serie B giocate il sabato pomeriggio non piacciono proprio e ora si incontreranno per far sentire la loro voce. L’appuntamento è fissato per domani a Palazzo Farnese a Piacenza: un rendez-vous convocato per concordare strategie condivise per l’individuazione della giornata più idonea in cui far svolgere gli incontri. Il sindaco di casa, Roberto Reggi, è fra i promotori dell’iniziativa nonchè uno dei più battaglieri. Esiste una forte mobilitazione (anche dei presidenti, contrari 17 su 22) sulla scelta del sabato, confermata dal presidente Matarrese. Una delibera impegna il movimento cadetto per tre anni (e questo è il secondo). Già in occasione della passata stagione, l’istanza dei sindaci non fu accolta e la Lega decise di far disputare il torneo cadetto proprio in quella giornata, con inizio delle gare alle 16. Per onorare il contratto con la Rai che prevedeva una sorta di diretta-gol sul canale sportivo satellitare e un 90° esclusivamente dedicato alla serie B.