Per il Frosinone un sereno pomeriggio di spettacolo

Senza patemi di classifica, Frosinone e Ascoli danno vita ad un divertente spettacolo per i 4mila del Matusa, con 6 gol e una partita godibile fino all’ultimo. Grande l’accoglienza dei tifosi di casa per Ivo Iaconi, artefice della promozione in serie B e della salvezza dello scorso anno e ora sulla panchina dei marchigiani.
Pronti via e il Frosinone spinge subito sull’acceleratore, con il terminale offensivo Eder-Evacuo, ma è l’Ascoli ad assestare un terribile uno-due: al 24’ Guberti si libera sulla fascia e lascia partire un destro che sorprende Sicignano. Al 33’ Bernacci raddoppia con un tiro quasi impossibile dall’altezza della linea di fondo. Anche in questo caso, grosse le responsabilità del portiere canarino. Il Frosinone però non si scompone e, sospinto da una fantastica curva nord, inizia la rimonta: al 41’ Evacuo chiude di forza dopo un’azione travolgente del brasiliano Eder e dimezza lo svantaggio. E al 19’ del secondo tempo Lodi fa tutto bene sulla destra, entra in area di rigore e serve un delizioso pallone che Scarlato dal limite tramuta in gol: 2-2. Il Frosinone esagera e cinque minuti dopo va addirittura in vantaggio: Lodi batte un angolo e Ischia irrompe di testa. Ma l’Ascoli non si arrende e al 35’ realizza il definitivo e meritato pari con un colpo di testa di Cioffi, su angolo di Guberti. Sabato prossimo il Frosinone sarà di scena ancora al Comunale, contro il Mantova dell’ex laziale Fiore.