Fs, un bond per finire la Tav

da Milano

Ferrovie dello Stato è pronta a tornare, entro l’anno, sul mercato dei capitali con un’emissione obbligazionaria per finanziare il completamento della rete Tav, per il quale occorrono 6 miliardi non oltre il 2010. Lo annuncia il presidente Innocenzo Cipolletta, in un’intervista a Radiocor, in cui parla anche della nuova offerta Fs per l’alta velocità, con la navetta Milano-Roma in tre ore ogni 15 minuti dal dicembre 2009, e del potenziamento dei treni pendolari. Per la rete dell’alta velocità finora sono stati spesi 26 miliardi. «La parte passata del finanziamento è stata fatta a carico dello Stato. Quella residua sarà finanziata da noi, indebitandoci sul mercato e restituendo il debito attraverso i pedaggi che la rete riceve dai treni che la percorrono», ha detto Cipolletta. Le ultime emissioni delle Ferrovie dello Stato risalgono agli anni Novanta.