Fs-Deutsche Bahn Accordo per i treni passeggeri e merci

Le Ferrovie dello Stato e la Deutsche Bahn, due dei tre più importanti operatori ferroviari d’Europa, hanno sottoscritto ieri un’intesa per sviluppare i servizi ferroviari, viaggiatori e merci, lungo alcuni fra i principali corridoi transeuropei. Il memorandum è stato sottoscritto nell’ambito del vertice bilaterale di Meseberg dall’amministratore delegato del gruppo Fs, Mauro Moretti, e dal ceo di Deutsche Bahn, Hartmut Mehdorn, alla presenza dei primi ministri dei rispettivi Paesi, Romano Prodi e Angela Merkel. Nel traffico merci l’accordo prefigura la nascita di joint-venture paritetiche e azioni comuni per sviluppare il servizio verso i Paesi dell’Est Europa e lungo gli assi Verona-Berlino del corridoio 1 (Berlino-Palermo), e Genova-Milano-Hannover del corridoio 24 (Rotterdam-Genova). Nel servizio passeggeri i principali obiettivi dell’intesa riguardano nel breve periodo il potenziamento di servizi congiunti lungo le direttrici Milano-Francoforte/Stoccarda e Milano-Monaco e, in prospettiva, anche su altri mercati. Deutsche Bahn, con un fatturato annuo di 30 miliardi e circa 229 mila dipendenti, è leader in Europa nel settore ferroviario con 34.122 chilometri di rete e 1,8 miliardi di passeggeri l’anno. Solo per le merci Db gestisce 5.200 treni al giorno, trasportando 75 miliardi di tonnellate/km l’anno. Il gruppo Fs, con un fatturato annuo di 5,45 miliardi e 97 mila dipendenti, è il terzo operatore ferroviario in Europa; con 9.200 treni al giorno copre 16.300 chilometri di rete, trasportando 500 milioni di passeggeri e 80 milioni di tonnellate merci l’anno.