Fs Milano-Roma: 30% di passeggeri in più. Sconti fino a metà febbraio

Le Ferrovie dello Stato nel 2009 puntano «a mantenere l’equilibrio finanziario raggiunto quest’anno». Lo ha detto il presidente Innocenzo Cipolletta. «Non possiamo dare servizi in perdita perché altrimenti rischieremmo di far fallire le Fs e di far perdere ai cittadini dei servizi buoni. Se le Regioni e lo Stato acquisteranno più servizi dalle Fs allora noi potremo dare molti più servizi ai clienti che ce lo chiedono». Cipolletta si augura quindi che il 2009 «sarà un anno in cui continuerà il nostro successo: nel 2008 abbiamo realizzato il pareggio di bilancio e lanciato l’Alta velocità». «Nel 2009 completeremo la Tav - ha aggiunto -, a dicembre apriremo le tratte Milano-Torino e Bologna-Firenze e quindi avremo oltre mille chilometri di alta velocità». Sulla linea Milano-Roma i passeggeri «sono già cresciuti del 30% grazie a «Freccia rossa», un risultato «migliore delle attese, per effetto anche delle difficoltà registrate dal vettore aereo (Alitalia, ndr), che ci auguriamo si stabilizzino nei prossimi mesi. Questo margine del 30% ci fa comunque ben sperare», ha concluso Cipolletta. Intanto, è stato ulteriormente prorogato - fino al 15 febbraio - lo sconto del 10% per i biglietti dei treni ad alta velocità che Ferrovie ha previsto dal momento del lancio di nuovi collegamenti e servizi, lo scorso dicembre. La proroga è legata al successo in termini di passeggeri registrato a dicembre e gennaio ma anche al fatto che ancora si lavora al nuovo sistema di prezzi flessibili (con sconti nelle ore e nei giorni in cui la domanda è minore) che dovrebbe essere adottato al termine dell’iniziativa promozionale.