Fs, Trenitalia porta i conti verso il pareggio

da Milano

Quasi in pareggio i conti economici del gruppo Ferrovie dello Stato, che chiude il primo semestre 2008 con un risultato netto in «rosso» per 178 milioni, con un recupero del 36% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e dell’84% sul primo semestre 2006, quando le perdite erano arrivate a 1,121 miliardi. Lo comunica la società, dopo l’approvazione da parte del cda della relazione semestrale al 30 giugno 2008, sottolineando che il risultato è stato raggiunto in anticipo sulle tappe del ritorno a un equilibrio della gestione previste dal piano industriale 2007-11.
Nettamente positiva è poi la gestione corrente con un Mol a 371 milioni (erano 69 a fine giugno 2007, mentre il primo semestre 2006 chiudeva con un Mol negativo per 319 milioni). Il risultato operativo del gruppo guidato dall’ad Mauro Moretti si avvicina al pareggio (meno 50 milioni rispetto ai meno 242 di fine giugno 2007 e ai meno 735 del primo semestre 2006).
Tra i motivi del miglioramento, spiegano le Fs, la forte ripresa di Trenitalia che chiude il semestre con un Mol a 373 milioni (dieci volte l’ammontare registrato nello stesso periodo del 2007) e un risultato operativo per la prima volta in sostanziale equilibrio: meno 8 milioni contro i meno 271 del 2007 e i meno 654 del 2006. Il risultato netto della società è negativo per 138 milioni: erano meno 310 a fine giugno 2007 e meno 1.022 nel primo semestre di due anni fa.