Fuga dal freddo nella «caliente» Alicante: weekend di storia e movida con vista sul mare

Venti gradi, sole e cielo azzurro. Aria frizzante e palme secolari all'uscita dell'aeroporto, nel centro e sul lungomare di Alicante. Per arrivarci ci vogliono tre ore di volo (www.ryanair.com), per dimenticare l'inverno in pochi minuti. Nell'antica Lucentum la neve è un evento e la pioggia un fenomeno raro. In compenso «un sole d'oro, forte e generoso», come scriveva Mirò, illumina e riscalda per tutto l'anno questa città. Che sorge in una larga baia nel sud della Costa Blanca, protetta alle spalle da uno scudo montuoso. Proprio per queste sue favorevoli condizioni meteo-geografiche nel passato fu meta di conquista da parte di fenici, greci, romani e arabi, il cui insediarsi lasciò tracce tuttora ben visibili. Il Castello di Santa Barbara, la Cattedrale di San Nicola, il Municipio sono solo alcuni dei monumenti del centro storico. Da lì all'Explanada de España bastano due passi. Merita farli perché è su questa mini-rambla con pavimentazione in marmi colorati che si respira un autentico mix di aria marina e allegria spagnola. Info: www.alicanteturismo.com; www.tourspain.es