«La fuga? Gravissima»

«Le drammatiche condizioni di detenzione degli animali del Circo Fantasy, verificate dalla Lav, erano a dir poco incredibili, così come del resto quelle di buona parte degli animali reclusi nelle strutture circensi: gabbie strette per i felini e i rettili, e stalle di ridotte dimensioni per gli erbivori». Lo ha dichiarato Giovanni Guadagna, responsabile nazionale Lav settore Circo. «Eppure in questi anni, nonostante le strutture esigue a disposizione, l’impresa circense non ha evitato che i suoi animali si riproducessero, trasferendo di città in città anche due tigri gravide. Quello che è successo poche ore fa è gravissimo».