Fugge da una comunità e aggredisce 3 persone Aveva coltello da macellaio. Rischia il linciaggio

Un ventisettenne con problemi mentali ha accoltellato ferendole tre persone, una delle quali è una infermiera della
comunità terapeutica "Tarsia" da cui era fuggito e la cuoca. Il terzo ferito è un
passante. Il fatto è avvenuto alle undici e trenta. Il giovane è stato bloccato con un'operazione congiunta di polizia e carabinieri<br />

Roma - Aveva con sé un enorme coltello da macellaio e correva per strada nel quartiere San Giovanni a Roma, ferendo a destra e manca i passanti. È questa la scena davanti cui si sono trovati alcune persone questa mattina nella capitale dove un ragazzo 27enne, in cura presso un centro psichiatrico in via Giovanni Battista Piatti, ha accoltellato prima un’infermiera e la cuoca della clinica, poi un passante. "Abbiamo sentito all’improvviso delle urla strazianti provenire dalla strada - hanno raccontato alcuni tecnici che hanno uno studio in via Ludovico di Savoia - e ci siamo affacciati. C’era questo ragazzo vestito tutto di nero e con un volto biancastro che stava accoltellando una donna. Aveva in mano un coltello da macellaio. L’ha ferita alla testa, alla guancia e sulla spalla".

Sangue per terra In via Germano Sommeiller sul marciapiede si vedono ancora le tracce dell’aggressione: macchie di sangue ancora fresco delimitate dai nastri bianco-rossi di divieto di accesso. "È incredibile - ha commentato una ragazza - Ho visto tutta la scena: è arrivato correndo come un pazzo. Poi senza un motivo ha accoltellato un signore all’incrocio con via Ludovico di Savoia. L’ha preso al collo. Poi senza fermarsi ha proseguito ed ha attaccato quella donna. Poverina, ha perso molto sangue". 

Ha rischiato il linciaggio "Ho visto improvvisamente un uomo di circa vent’anni davanti alla mia auto con un coltello da cucina di circa venti centimetri, dalla lama insanguinata. Correva come una scheggia impazzita ad un incrocio in piazza Santa Croce in Gerusalemme seminando il panico, ma rischiando anche il linciaggio". A riferire gli attimi di paura è un testimone che ha assistito alla vicenda in strada. "C’erano una decina di persone che lo inseguivano tentando di bloccarlo: contro di lui hanno tirato anche due sanpietrini, uno di questi lo ha raggiunto alla nuca ferendolo. Poi sono intervenuti due carabinieri fuori dal servizio, sono riusciti a bloccarlo e a disarmarlo. Nel frattempo è passata anche una volante della polizia".