FULVIO TESTI

L’alt ignorato, la fuga, l’inseguimento per le vie di Milano terminato con l’auto lanciata contro una gazzella dei carabinieri. Khalid Ridoine ha cercato in tutti i modi di sfuggire al controllo dei militari che lo avevano bloccato in piazzale Loreto intorno alle 4 del mattino mentre era sulla sua Golf targata Varese. Forse a bordo aveva una partita di droga. In via Venini il marocchino, 22 anni, senza precedenti penali, irregolare e ospite della sorella a Monza, è riuscito a seminare i militari. Poco dopo un’altra auto dei carabinieri lo ha intercettato in viale Sarca. Khalid ha imboccato viale Fulvio Testi contromano, lasciando indietro anche la seconda gazzella. Ne è servita una terza, parcheggiata in mezzo alla carreggiata in via Rodi. E alla fine quattro carabinieri lo hanno fermato, mentre fuggiva a piedi. Nella colluttazione due sono rimasti feriti, con prognosi di 7 e 10 giorni.