Fuma una sigaretta finisce carbonizzato

da Napoli

Pasquale Pacilio, di 72 anni, è morto nella notte tra sabato e domenica, a seguito di un incendio divampato nella villetta dove viveva, a Giugliano, nel Napoletano. Alla tragedia sono scampati la giovane nuora e le due figliolette di 2 e 3 anni, riuscite a mettersi in salvo mentre il fuoco cominciava ad avanzare.
È successo tutto per una sigaretta, che Pacilio era andato a fumarsi nel bagno, poco dopo l'una. Una cicca, probabilmente non spenta, sarebbe stata la causa dell'incendio. Le fiamme si sono propagate velocemente anche in altre camere, gettando nel panico l'intera famiglia. L’uomo è morto a causa delle inalazioni di monossido di carbonio. Quando i vigili del fuoco sono arrivati in via Emilio Segrè, era troppo tardi: l'anziano era steso sul pavimento del bagno, ormai senza vita.