Fumata bianca sui contratti, si tratta da giovedì

da Milano

È stato un incontro «molto positivo. Se c’erano delle nubi sono state diradate. Abbiamo stabilito il calendario: si inizia giovedì alle 10 in Confindustria col lavoro tecnico sulla revisione dei troppi contratti esistenti e sulla triennalità in relazione con i sistemi di rilevazione dell’inflazione. Poi con la proposta sulle vicende fiscali sul secondo livello». Così il segretario generale della Cisl Raffaele Bonanni ha parlato ieri al termine dell’incontro con Confindustria sulla riforma del modello contrattuale. Per Guglielmo Epifani, numero uno della Cgil, comincerà con una serie di «approfondimenti tecnici» su tre argomenti la trattativa tra Confindustria e sindacati sulla riforma del modello contrattuale: le politiche fiscali che riguardano il mondo del lavoro e l’impresa, la semplificazione del numero dei contratti e il rapporto tra la durata dei contratti e gli indicatori dell’inflazione. Positivo anche il commento di Alberto Bombassei. Per il vicepresidente di Confindustria la trattativa per la riforma del modello contrattuale fa ben sperare. «La trattativa parte giovedì ed è stata fissata un’ora e una data, ora dobbiamo lavorare. Ed è positivo che anche senza la presenza del governo noi continuiamo a lavorare».