«Fumettopoli» tra vecchie glorie e nuovi eroi

Francesca Amé

Appuntamento da non perdere per tutti gli appassionati di fumetti: oggi e domani parte la 17ª edizione di «Fumettopoli» (all'Hotel Executive, dalle 9.30 alle 20, www.fumettopoli.com), tradizionale kermesse nata dalla creatività di Paolo Puccini. Vera e propria fiera del fumetto e di tutte le sue declinazioni (gadget, poster, manifesti cinematografici dei film di animazione, cartoline da collezionare e altro ancora) attira ogni anno un buon numero di visitatori, molti collezionisti del settore e anche i protagonisti del mondo del fumetto, case editrici e disegnatori compresi. E così, accanto alle vecchie glorie come Tex e Topolino, saranno in mostra anche i manga giapponesi editi dalla Panini e dalla Star Comics. Oppure, tanto per seguire l'evoluzione di questo genere d'arte, le raffinate soluzioni che casa Bonelli ha messo a punto negli ultimi anni per catturare un lettore sempre più difficile e sfuggente: ci saranno il mitico Dylan Dog, Nathan Never, Martin Mystère e l'affascinante criminologa Giulia.
Fumettopoli è il posto giusto per chi vuole comperare, vendere ma anche semplicemente sfogliare con aria trepidante centinaia di pezzi rari e numeri cult delle diverse serie. Il tutto, senza paura di essere presi poco sul serio. Il fumetto in Italia sta infatti vivendo una stagione fortunata, grazie anche al lancio sul grande schermo di molti film spettacolari che dalle nuvole di carta hanno tratto ispirazione. Fumettopoli è come una enorme stanza delle meraviglie: non solo ci sono le novità su carta (da segnalare la «nascita» di un nuovo figlio di casa Bonelli: Demian, eroe di una serie di noir ambientati a Marsiglia), ma anche tanti eventi collaterali. Un esempio? Questo pomeriggio si terrà un grande torneo di carte marziali e domenica, dopo un concerto dedicato alle sigle dei cartoni animati, ci saranno le sfilate di «cosplayers» che non sono altro che gare di travestimento del pubblico più giovane, impegnato negli abiti e negli accessori a riprodurre i suoi eroi di carta.