Fumo e smog: al via i test sul respiro dei milanesi

I controlli gratuiti voluti dal Comune per misurare l'incidenza dell'inquinamento atmosferico e delle sigarette sulla salute dei cittadini

Al via oggi a Milano, alla vigilia della seconda domenica a piedi, la nuova campagna del Comune in collaborazione con Avis per la misurazione gratuita del respiro dei milanesi. I test del respiro per 5 giorni saranno effettuati nelle piazze cittadine da personale sanitario specializzato a bordo di un'unità mobile dell'Avis (l'Associazione Volontari del Sangue).
Scopo dei test spirometrici è verificare l'effettiva ricaduta dell'inquinamento sulla salute dei cittadini. Un'iniziativa, spiega l'assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna, che esprime la massima attenzione dell'amministrazione milanese sulle condizioni di salute dei cittadini legate all'inquinamento e alla polemiche di queste settimane. «I test che saranno effettuati - aggiunge Luca Maria Munari, presidente di Avis Milano - sono particolarmente utili perché in grado di diagnosticare la broncopneumopatia cronica ostruttiva, che colpisce ben il 5% della popolazione. Il Comune e Avis con questo progetto vogliono fare qualcosa per la salute dei milanesi e promuovere stili di vita salutari».
I test effettuati a bordo dell'ambulatorio itinerante puntano a scoprire quanto possa incidere sulla salute lo smog, ma anche il fumo di sigaretta. L'iniziativa, partita oggi da Bonola, proseguirà nei prossimi 4 giorni: domenica 6 febbraio, dalle ore 9.00 alle 18.00, in piazza Liberty, lunedì 7 febbraio, dalle ore 9.00 alle 18.00, in largo Richini, martedì 8 febbraio, dalle ore 9.00 alle 18.00, in viale G.S. Bach, mercoledì 9 febbraio, dalle ore 9.00 alle 18.00, in piazza Duca D'Aosta.