In fumo mazze e guantoni: i Rajo Baseball in ginocchio

Il rogo, di origine dolosa, lascia la squadra senza attrezzature

Michele Perla

Danni per oltre 30mila euro, ma soprattutto una squadra in ginocchio: quella del Rajo Baseball di Rho. Un incendio quasi sicuramente doloso, scoppiato domenica nel tardo pomeriggio, ha infatti distrutto il deposito dove la formazione conservava tutta l’attrezzatura per svolgere la propria attività. In cenere mazze, palle, guantoni, divise e quant’altro utilizzato dai giocatori che, da anni, dopo aver militato anche nel primo campionato, continuano a riscuotere eccellenti risultati in tutt’Italia. Il deposito della squadra di baseball si trova a Terrazzano presso il centro sportivo comunale Mulinello. «I pompieri – ha raccontato il presidente Clemente Burgazzi – hanno individuato due focolai all’esterno: quasi certamente il fuoco è stato appiccato di proposito e per questo motivo abbiamo sporto denuncia ai carabinieri. Dentro avevamo tutte le nostre attrezzature e il materiale per le partite. Non si è salvato nulla». Il rogo ha generato una grande nube scura che ha costretto i vigili urbani a bloccare la strada sino alla barriera autostradale. Non solo: a lungo si è temuto che le fiamme potessero raggiungere le condotte di gas metano del vicino centro di smistamento. Un pericolo scongiurato solo grazie ai vigili del fuoco, rimasti impegnati per circa 4 ore.
Negli ultimi anni la squadra di baseball ha già subito tre furti. «Mi auguro che non si tratti di un dispetto, che nessuno ce l’abbia veramente con noi e che l’incendio sia soltanto il frutto di una ragazzata, anche se ha provocato danni ingenti». E mentre i carabinieri indagano per far luce sull’episodio, i dirigenti si riuniranno nei prossimi giorni per decidere il futuro compromesso della squadra.