«Il fumo mi sta uccidendo. Ragazzi, smettete»

Intervistato da Bonolis al Senso della vita: «Spero di regalare un sorriso a mia moglie»

da Roma

«Sto morendo, ma mi auguro di poter morire con tanta serenità da poter sottrarre a mia moglie con un sorriso il dolore che le provocherò». Gianfranco Funari confessa la sua pena per la malattia che lo sta consumando davanti alle telecamere di Bonolis. Sarà l’istrionico presentatore infatti il protagonista della lunga fotointervista della puntata di stasera de Il Senso della Vita (23.15, Canale 5). Commentando le immagini che gli vengono mostrate, Funari si racconta a 360 gradi. Il presentatore televisivo oltre a parlare della malattia, lancia un appello ai giovani perché evitino di fumare. «Ho cinque by pass, ragazzi, vi prego, non fumate. Non fumate! Ve lo dice uno che fuma perché già mi sono giocato la vita». E poi un consiglio: «Se avete tra i 45 e i 50 anni e siete stati fumatori, fate un doppler alle carotidi. Il ministero della Sanità non lo rende obbligatorio perché costa troppo, ma voi fatelo».
Durante l'intervista Funari sottolinea anche l'importanza dell'uso del preservativo: «Bisognerebbe diffonderlo per evitare che nascano bambini che poi muoiono di fame». Ma, aggiunge, è anche «un gesto di civiltà per se stessi e per il partner, perché i figli devono nascere quando i genitori lo decidono». Un accenno anche alla Tav e alla protesta degli abitanti della Val di Susa. «Se il Presidente della Repubblica invita a fare una certa cosa e questa non si fa, o si strumentalizza politicamente o non si ha una buona informazione».
L'indomabile conduttore televisivo ricorda anche alcuni dei suoi memorabili programmi tra i quali A bocca aperta. Loda Giovanni Minoli: «È un direttore che avuto coraggio. Venti giorni fa a chi gli ha chiesto perché Funari fa tanti ascolti, ha risposto “perché è meglio di tutti”». Guardando una foto che ritrae Michele Santoro e Adriano Celentano a Rockpolitik sottolinea: «Non è possibile che Santoro faccia come gli pare: lo licenziano dalla Rai e prende lo stipendio. Fa l'eurodeputato, dice che si è stufato e torna in Rai. Poi parla a quell'altro di conflitto d'interessi». L'ultimo pensiero è per la moglie Morena: «Lei crede che io sia eterno, ma sto morendo. Un grande chirurgo mi ha detto che mi deve riaprire».