Funerali e sepoltura per gli animali: pompe funebri inventate da ragazzi

Un’impresa fondata da un 15enne spinto dall’amore per gli animali. È l’iniziativa di Nicolò Verga, studente di Limbiate, che ha dato vita alla prima società in Lombardia per i servizi funerari rivolti alle bestiole di piccola taglia. Partita come passione, è diventato un vero e proprio lavoro, e all'insegna del motto «Serietà, decoro e rispetto» nel 2009 ha raggiunto quota 203 clienti. «La Pfa (Pompe funebri animali) è nata dall’affetto per i nostri piccoli amici come furetti, pesci rossi, criceti, tartarughe e canarini - rivela Verga, iscritto al secondo anno dell’Istituto alberghiero di Saronno -. Quando queste bestiole vengono a mancare per i loro padroni è sempre un dispiacere. Un sentimento cui spesso si aggiunge il disagio per il fatto di non sapere come dare loro una degna sepoltura. È per questo motivo che ho deciso di venire incontro a chi si trova in questa difficile situazione». E se è arduo consolare quanti si trovano nello sconforto per avere perso i loro cuccioli, l’obiettivo della Pfa è quello di dare loro la sicurezza di avere fatto il possibile per onorare la bestiola scomparsa. «La cerimonia - illustra il 15enne - incomincia nella “sala della memoria”. È il momento durante il quale spesso si assistono a scene di commozione per l'animale deceduto. Anche perché buona parte dei miei clienti sono anziani molto legati ai loro piccoli amici che costituiscono spesso la loro unica compagnia».
Poi ciascuno sceglie il luogo della sepoltura: qualcuno preferisce il cortile di casa propria, anche se la Pfa mette a disposizione un giardino aperto alle visite sei giorni su sette. «Noi forniamo la cassetta di legno, il marmo e i fiori - precisa Verga -, e se qualcuno ce lo chiede scriviamo anche il nome della bestiola scomparsa sulla lapide». I prezzi variano in base al servizio offerto, ma per quello “base” sono molto contenuti: per una cassetta piccola 3,5 euro, per una grande 5,3. «Ciò che conta per noi - sottolinea lo studente - non sono i soldi ma la soddisfazione del cliente, che coincide con la nostra. Anche se, lavorando su larga scala grazie a un intenso volantinaggio e al nostro sito Internet (pfa.beepworld.it), riusciamo anche a guadagnarci». Verga è supportato da un altro collega più giovane di lui, il 14enne Nicolas Ricci. «Gli ricordo sempre quanto sia fondamentale presentarci ai nostri clienti vestiti nel modo più decoroso possibile - rimarca l’ideatore della Pfa -. Per aiutare chi vive un lutto il primo requisito è la serietà». I due ragazzi hanno anche preparato un depliant, da distribuire casa per casa, il cui titolo recita: «Il giusto riposo è un diritto per tutti gli esseri viventi».
«Questo è il nostro modo di darti la possibilità di fare ancora un gesto d’amore verso il tuo amico che ti ha lasciato per sempre - esordisce il volantino -. Perché è giusto che anche in questo frangente lui venga trattato con il riguardo e la dignità che merita. Per soddisfare questo principio e per incentivare gli uomini ad agire nel pieno rispetto dell’animale e della tutela dell’ambiente, la Pfa offre un servizio completo, svolto da personale attento e amante delle bestiole, per accompagnarti anche in questo triste evento». Per Nicolò Verga un futuro assicurato come imprenditore, verrebbe da dire considerato lo spirito d'iniziativa che sta dimostrando fin dalla giovane età. Anche se lui, che oltre ad occuparsi degli animali per lavoro ha anche un cane e una tartaruga acquatica, in realtà ha un’altra idea: «Il mio obiettivo è diventare commissario di bordo della marina mercantile, in modo da esprimere il mio amore per la natura attraversando i mari».