Come funziona la congestion charge a Londra

A Milano si chiama Ecopass e serve a migliorare la qualità dell’ aria. A Londra un
analogo provvedimento è stato introdotto per decongestionare il traffico cittadino

A Milano si chiama Ecopass e serve a migliorare la qualità dell’ aria. A Londra un analogo provvedimento è stato introdotto per decongestionare il traffico cittadino. La cosiddetta congestion charge (pedaggio antitraffico) di Londra si applica dalle 7 del mattino alle 18, dal lunedì al venerdì, e riguarda una larga parte del centro cittadino. Entrare nella zona (segnalata ai suoi ingressi da grosse C bianche e rosse sull’asfalto) costa 8 sterline, pari a circa 12 euro al giorno. I residenti nella zona della congestion charge hanno uno sconto di circa il 90%. Ci sono poi altre esenzioni (come per i disabili e i veicoli non inquinanti) e sconti per le moto fino a una certa dimensione e veicoli che portano nove persone o più.

Il pedaggio si può pagare online (sul sito di Transport for London, dove ci si può anche registrare, facilitando così pagamenti futuri), nei negozi autorizzati, alle stazioni di servizio, per posta, al telefono, e mandando un sms. Si può pagare fino alla mezzanotte del giorno successivo al l’ingresso nel centro cittadino, ma in quel caso la cifra sale a 10 sterline. Si può comprare l’ingresso per un giorno (si può entrare ed uscire dal centro un numero illimitato di volte nelle 24 ore), una settimana, un mese, o un anno. Il rispetto della Congestion Charge è garantito dalle telecamere che leggono il numero della targa, e se non risulta un pagamento legato a quella targa, scatta la multa: 90 euro circa se si paga entro 14 giorni, 180 se si superano le due settimane.