Fuochi, festa e tradizione: la Catania di Sant'Agata

«Tutti devoti tutti!», così gridano i fedeli per via Etnea e un fiume umano inonda la via principale di Catania in occasione della festa di Sant'Agata. Il 3, 4 e 5 febbraio sono i tre giorni più freddi dell'anno, ma anche i più caldi, perché la città si stringe in un abbraccio mistico e festoso in onore della patrona, simbolo di una fede forte come la pietra lavica. Considerata una delle tre feste cattoliche più partecipate al mondo, ha un programma fitto di cerimonie e momenti con spettacolari fuochi d'artificio. Per dormire a due passi dal Duomo c'è il b&b Globetrotter, in un palazzetto di fine '800 (tel. 095.0933021).