Fuoco amico sulla Cgil: «Da Epifani troppi no, così gioca allo sfascio»

da Milano

Sui contratti la Cgil ha detto «tante bugie», mentre i dati che ha fornito sono «sballati, volutamente sballati». L’attacco arriva dal segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, a margine della manifestazione dei quadri e dirigenti sindacali dell’organizzazione di via Po. «La Cgil la smetta di essere egocentrica e narcisista - ha spiegato - non può pensare di essere il centro del mondo. Vuole demonizzare un accordo che invece dobbiamo fare. Sono 10 anni che la stessa organizzazione blocca ogni tentativo di rinnovamento del sistema contrattuale».
Concludendo la manifestazione Bonanni ha poi rincarato la dose contro la Cgil. «Non esiste solo quel sindacato, che dice solo dei no e che invita alla mobilitazione politica - ha detto il leader della Cisl - dopo anni di discussione paziente, e di fallimenti, per costruire uno dei più importanti documenti unitari della storia sindacale siamo a un altro no sempre per lo stesso vizio dello stesso soggetto. Quanta pazienza, quanta pazienza». E rivolto direttamente alla Cgil: «Ve lo diciamo alto e forte: non ci stiamo allo sfascio di un certo radicalismo pericoloso».