Fuoco incrociato sull’unbundling

Fuoco incrociato dei concorrenti di Telecom Italia per evitare l’aumento dell’unbundling. Oltre al viaggio programmato per il 5 ottobre a Bruxelles per perorare davanti all’Authority Ue la loro causa, ora puntano anche sull’audizione in Senato di Corrado Calabrò. Il 6 ottobre il presidente dell’Autorità dovrà infatti riferire sulla proposta di aumento del canone di unbundling, sulle frequenze delle emittenti televisive locali del Nord-Est e sul piano di banda larga in fibra ottica. La convocazione di Calabrò si è resa necessaria a seguito di numerose interrogazioni parlamentari ricevute in proposito.